Golden Goose Maat 35

La relazione così a lungo costruita tra Booth e Bones entra in crisi con la gravidanza della donna. Non essendo più disposta a correre i rischi della loro professione, Temperence metterà Seeley di fronte a una scelta. Di contro l’agente Fbi dovrà vedersela con un soggiorno forzato in carcere, ma la questione più spinosa che lo attende è legata ancora al gioco d’azzardo.

Justin Jackson Knoxville, TNOverall this video was very effective. It provided a clear explanation on what is being done with the land issues. Economic situations often occur, but the black Namibians are being juiced in the sense of being educated on land and farm ownership.

Finita la relazione con il cantante Hutchence, Helena frequenta per un po’ l’allora giovane esordiente Leonardo Di Caprio che lascerà presto per sposare l’attore Norman Reedus dal quale avrà un figlio nel 99. Dalla nascita del figlio al 2004, decide di lasciare le passerelle, per dedicarsi al ruolo di mamma, concedendosi solo la pubblicità per la Montblanc. Sempre nel 1999 diventa co fondatrice di una rivista, Nylon, dove il suo ruolo di direttore artistico le permette di dar libero sfogo alle sue due più grandi passioni: la fotografia e l’interior design.

L intessuta nelle sue fotografie, a metà strada tra l’umorismo nero di Anthony Goicolea e quello tipicamente British di Martin Parr, è tanto più efficace e sovversiva quanto la composizione dell è anodina, la palette di colori limpida. Mi sono con il tempo convinta che non solo quello di Lukas Wassmann è il tipico umorismo svizzero (mi viene in mente la serie On Duty di Arnold Odermatt come altro perfetto esempio), ma che le sue fotografie sono la quintessenza dell elvetica: linee pulite, perfezione tecnica, e la capacità di trovare quel dettaglio surreale che buca la patina di serietà che generalmente siamo tentati di associare alla confederazione, trasfigurando completamente il soggetto rappresentato. Nel lavoro esposto, Amici, Wassmann concentra il suo sguardo su ciò che lo circonda riuscendo a catturarne l assurdità così, una figura che si staglia su un paesaggio innevato sembra bruciare di combustione spontanea, un uomo in montagna a torso nudo posa con nonchalance sulla schiena pelosa una clava chiodata e un altro, con aria serissima, trasporta fuori da un anonimo capannone industriale un enorme fallo in legno (artefatto di cui grazie a una nota a margine su un articolo del The Guardian conosciamo il triste destino: è stato distrutto dallo stesso fotografo, principalmente per due motivi: uno prettamente pratico ( si conserva un enorme pene di legno?”) e l’altro più squisitamente artistico ( piace molto l’idea che certe cose esistano solamente in una fotografia ecco, questa combinazione irriverente di concretezza e lirismo mi sembrano riassumere perfettamente la poetica che sta alla base della fotografia di Wassmann..

Lascia un commento