Golden Goose City

La loro arroganza, il loro fiacco modo di vivere le ricordano la sua antica adolescenza vissuta in un piccolo chiuso mondo fatto da una madre divorziata e infelice, un amica che presto si allontana da lei e dalla prospettiva di partire per il collegio. Nessuno nota Evie, la vede, ha un vero interesse per lei. E una ragazzina sola che non sa rassegnarsi a rimanere tale costi quel che costi.

Income from licensing foreign trawlers totals more than USD40 million per year with squid accounting for 75% of the fish taken. Agricultural activities mainly support domestic consumption with the exception of high grade wool which is exported. Surveys have revealed oil deposits within a 200 mile (320 km) oil exploration zone around the islands and exploratory drilling is under way.

Janet e Brad, due fidanzati molto pudichi, trovano rifugio da un temporale in un castello inquietante. Il non meno inquietante maggiordomo Riff Raff li introduce al padrone di casa, il Dr. Frank N Furter, abbigliato solo di tacchi a spillo, calze a rete, baby doll e guanti di pizzo.

This phenomenon was described by Oliver Sacks in his book The Island of The Colorblind. The neurologist addresses us with the question of what would it mean to see the world in black and white and makes us think of what does the concept ofcolor even mean for people who have never perceived it. At one point he writes about the island’s finest weaver, a colorblind woman who weave intricate patterns of differing luminances, that disappear when exposed to direct sunlight..

God’s word can be literal and Spiritual as in the case of the wedding in Cana. The wedding represents the Spiritual being the union between Jesus and his bride whom are the children of God through repentance. Jesus brings his disciples to the wedding to show them the wonders of God through the renewal of his Spirit.

Insomma, “Stranger things” merita. Non è un capolavoro, ma per onestà dobbiamo ammettere che nemmeno, per esempio, “L’incendiaria”, il film tratto dal libro di King più citato nella serie, era poi questo granché. Anzi, uscito col titolo italiano (orrendo) “Fenomeni paranormali incontrollabili”, si rivelò subito una schifezza, mentre la serie dei fratelli Duffer si fa seguire con piacere, come si farebbe con l’ennesimo western ben fatto.

L’ultimo lembo è forse il più bello, lo cinge una quarantina di chilometri di profilo tra falesie e flutti, sugli atlanti si legge penisola di Lustica. Va esplorata alternando sentieri e strade tra olivi, grovigli di arbusti e campi scoscesi, oziando nelle spiagge (Dobrec è la più celebrata), con qualche puntata agli isolotti uno su tutti, Mamula e ritagliandosi qualche giorno al miniresort del Klinci Village. un altro mondo a sé, un po’ agriturismo e un po’ hotel diffuso, salvaguardia la quintessenza dell’ospitalità a basso impatto e altissimo livello..

Lascia un commento